domenica 8 dicembre 2013

Corte Costituzionale: la pericolosità va valutata dopo la pena; la consulta sull'art. 309 c.p.p.




Titolo:  Pericolosità da valutare dopo la pena
Autore:  Patrizia Maciocchi
Fonte:  II Sole 24 Ore  pag:  25 Metaping 07.12.2013


Con la sentenza n. 291 depositata ieri la Corte costituzionale ha affermato che se il periodo di detenzione è lungo, la pericolosità sociale di una persona detenuta non può essere data per scontata, ma va verificata, al termine della detenzione dallo stesso organo che ha adottato la misura di prevenzione.




Con una seconda decisione, la n. 293 sempre depositata ieri, i giudici costituzionali hanno spostato l'attenzione sul meccanismo di garanzia della retrodatazione nelle contestazioni a catena, teso ad impedire che i ritardi nelle ordinanze cautelari riguardanti i singoli reati finiscano per dilatare i termini di custodia cautelare. In questo secondo caso a finire sotto la scure della Consulta è stato l'art. 309 del Cpp, per la parte in cui pone dei limiti al giudice del riesame di fare verifiche sulla retrodatazione. (Ved. anche Italia Oggi: 'Detenuti, pericolosità da verificare due volte' - pag. 24) 

Foto:http://urladalsilenzio.files.wordpress.com/2012/10/espressionismo.jpg

Rassegna news by avv. Filippone 
Blog:studio legale avvocato Gabriella Filippone

live traffic settimanale