venerdì 4 agosto 2017

BABA VANGA, detta "LA NOSTRADAMUS DEI BALCANI": è stata una mistica, chiaroveggente ed erborista bulgara | Le sue profezie







.
Baba Vanga,  nata Vangelija Pandeva Dimitrova, (Strumica31 gennaio 1911 – Sofia11 agosto 1996),  è stata una misticachiaroveggente ed erborista bulgara.  Ha trascorso gran parte della sua vita un villaggio montano del distretto di Blagoevgrad.
Ai suoi funerali partecipò una numerosa folla, compresi molti dignitari. Wikipedia dedica ampio spazio a Baba Vanga  












Vanga nacque a Strumiza, nei territori dell'allora impero ottomano (oggi Repubblica di Macedonia). La bamba era prematura e soffrì di complicazioni mediche.  Tradizioni locali: non le fu dato un nome fino a quando i genitori non la riconobbero in grado di sopravvivere. Quando pianse per la prima volta, un'ostetrica uscì in strada e chiese ad un passante di dirle un nome; questi propose Andromaha, ma il nome fu rifiutato perché "troppo greco". La proposta di un secondo passante fu Vangelia: quest'ultimo era più popolare tra i bulgari della regione e fu accettato.

Il padre di Vangelia era un militante e fu arruolato nell'esercito bulgaro durante la prima guerra mondiale, mentre sua madre morì poco dopo; questi due avvenimenti lasciarono Vanga in balia delle cure e della carità dei vicini e degli amici di famiglia per gran parte della sua infanzia. Dopo la guerra la città di Strumica passò dal controllo bulgaro a quello serbo e le autorità serbe arrestarono il padre per le sue attività a sostegno dei bulgari e confiscarono tutte le proprietà della famiglia, che visse in povertà per molti anni. Vanga era considerata molto intelligente per la sua età. Le sue tendenze verso il mondo del paranormale iniziarono a manifestarsi quando escogitò un gioco chiamato "la guarigione", in cui lei impersonava una curatrice e prescriveva delle erbe ai suoi amici, che fingevano di essere malati. Il padre, vedovo, si risposò 

La perdita della vista: un tornado travolse Vanga e la scagliò in un campo vicino ( affermazione non verificata da registri meteorologici o altre fonti dell'epoca). Fu ritrovata dopo una lunga ricerca, terrorizzata, i suoi occhi erano coperti di sabbia e polvere e non era in grado di aprirli per il dolore. Il denaro disponibile alla famiglia permise solo un'operazione parziale per curarla dalle ferite ricevute, con una graduale perdita della vista.

Nel 1925 Vanga fu portata presso una scuola per ipovedenti, dove imparò a leggere in braille, suonare il pianoforte ed effettuare piccoli lavori domestici come il cucito, la cucina e la pulizia. Dopo la morte della matrigna tornò a casa per prendersi cura dei suoi fratelli più piccoli. La famiglia era molto povera e la ragazza era costretta a lavorare ogni giorno.

Monumento a Baba Vanga a Rupite
Durante la seconda guerra mondiale Vanga attrasse a sé seguaci, convinti delle sue abilità di cura e chiaroveggenza. Un gran numero di persone la visitarono sperando in un aiuto per rintracciare i propri parenti dispersi o trovare il luogo dove essi avevano trovato la morte. L'8 aprile del 1942 lo zar bulgaro Boris III le fece visita.

Nel 1942 Vanga sposò Dimităr Gušterov, soldato bulgaro che andò da lei per cercare l'assassino dei suoi fratelli, promettendo però che non avrebbe cercato vendetta. Dimităr fu arruolato nell'esercito bulgaro e rimase di stanza per qualche tempo nel nord della Grecia, che era stata annessa alla Bulgaria durante la guerra. Si ammalò nel 1947, divenne un alcolista e infine morì nel1962.

Vanga continuò a essere visitata da dignitari (persone importanti) e da persone comuni. Dopo il secondo conflitto mondiale politici bulgari e leader delle varie repubbliche sovietiche chiesero un incontro con lei. Negli anni novanta, con i proventi della sua attività da chiaroveggente e le donazioni dei suoi seguaci, la donna fece costruire una chiesa secondo sue precise istruzioni, ma ciò creò attriti con il clero ortodosso locale, che non voleva consacrare lo strano edificio, dato che non aveva un altare, una cupola o un posto per pregare e gli ornamenti erano una serie di ritratti di santi dipinti da Svetlin Rusev, un artista bulgaro famoso per la sua arte sperimentale. Alla fine gli esponenti della chiesa accettarono di consacrare l'edificio per paura di incorrere nell'ira dei seguaci della donna o dei suoi protettori politici.

Vanga morì l'11 agosto del 1996 per le complicazioni di un cancro al seno. Ai suoi funerali partecipò una numerosa folla, compresi molti dignitari. In accordo con il testamento della donna la sua casa a Petrič fu trasformata in un museo, aperto ai visitatori dal 5 maggio 2008.

La casa in cui Baba Vanga visse dagli anni Settanta, a Rupite
Vanga era analfabeta o semianalfabeta. Nessun documento scritto fu redatto da lei in persona e tutto ciò che disse o è ipotizzato abbia detto, è stato trascritto da seguaci che lavoravano con lei.
Vanga affermava che le sue straordinarie capacità avevano qualcosa a che fare con la presenza di creature invisibili, ma non riusciva a spiegare la loro origine. Diceva che quelle creature le davano informazioni sulle persone e che loro non potevano trasmetterle direttamente. Secondo Vanga la vita di tutti coloro che le stavano di fronte era come un film, proiettato dalla nascita sino alla morte, quindi poteva prevedere il loro futuro, ma non era in grado di cambiarlo.
Fonti come la Guida pratica Wiesler sul paranormale sostengono che lei predisse la disgregazione dell'Unione Sovietica, il disastro di Černobyl', la data della morte di Stalin, l'affondamento del sottomarino russo Kursk, gli attacchi dell'11 settembre, il Terremoto e maremoto dell'Oceano Indiano del 2004 e la vittoria dello scacchista bulgaro Topalov al torneo mondiale di scacchi. Tuttavia le persone che le erano vicine dissero che non aveva mai profetizzato sul Kursk o su altre profezie circolanti su internet e che molti dei miti su Vanga sono semplicemente falsi, danneggiando così un'analisi sul suo effettivo lavoro. Molte delle profezie a lei attribuite sono nate su internet e si sono poi diffuse per il loro carattere sensazionalistico.
Una caratteristica anomala fu la tolleranza che i vertici sovietici riservarono alla sua attività di chiaroveggenza. Il governo comunista perseguiva coloro che si dichiaravano indovini o quanto meno cercavano di evitare che la loro fama si espandesse, vedendo nella chiaroveggenza una superstizione del passato da estirpare. Tuttavia Vanga non solo fu tollerata, ma anche consultata da alcuni esponenti governativi sia sovietici sia bulgari, cosa che la rese l'unica indovina sostenuta dallo Stato nei tempi moderni. 

La condizione di analfabetismo in cui versava Vanga gettano un'ombra di dubbio sulle effettive profezie proferite, che potrebbero essere state manipolate dai suoi seguaci per farle aderire alla realtà a fatto compiuto. I casi in cui le profezie della donna non si sono avverate sono documentati, così come anche i casi il cui significato proveniente da profezie criptiche è stato adattato a fatti accaduti dopo che si sono verificati. È il caso ad esempio della previsione sul disastro dell'11 settembre, legata secondo gli interpreti alla sibillina frase: "Orrore, orrore! La fratellanza americana cadrà dopo essere stata attaccata dagli uccelli d'acciaio, i lupi ululeranno in un cespuglio e sangue innocente verrà versato" (da notare che la parola "cespuglio" in inglese si traduce "bush", che è il cognome del presidente degli Stati Uniti nel 2001); inutile dire che nessuno aveva mai fatto un collegamento con le torri gemelle, prima degli attentati che le hanno coinvolte.
Inoltre molte delle profezie raccolte da diversi blog e siti di informazione alternativa, diffuse anche da organi di stampa ufficiali, sono dichiarate false dagli stessi adepti di Vanga e sono mutevoli nel tempo. Una profezia riguardante il 2016 e scritta nel 2008 affermava che l'Europa sarebbe diventata un continente deserto e priva di vita; e scritta nel 2016 afferma che sarebbe stata invasa da terroristi islamici, contraddicendo la profezia precedente che affermava l'avvento di un continente vuoto.

Fonte: Wikipedia





LA NOSTRADAMUS DEI BALCANI | PREVISIONI

SICCITA'


-2100: la Terra sarà illuminata 24 ore al giorno grazie al sole artificiale progettato dall'uomo (sono in corso studi per realizzarlo grazie alla fusione nucleare).

- 2130: grazie all'aiuto degli alieni, le civiltà potranno vivere anche sott'acqua.

- 2170: siccità globale.


- 2187: due eruzioni vulcaniche distruttive bloccate in tempo.



- 2201: le temperature globali si abbassano in seguito al rallentamento dei processi termonucleari nel sole.

- 2354: grave siccità dovuta a un incidente nel sole artificiale.

- 2480: collisione tra due soli artificiali, torna la notte sulla Terra.




ALTRE PREVISIONI__________________________________

2018: La Cina diventerà la prima potenza mondiale (non è però perfettamente chiaro  agli esoterici  se economica, militare o entrambe).


2025: Inizio di una nuova era di pace e d'oro per l'umanità dal punto di vista economico. Ma sarà breve perché durerà soltanto fino al 2028, anno dopo il quale si vivranno nuove crisi. Nel frattempo, però, l'uomo sarà riuscito a raggiungere Venere. O, comunque, a inviarci un mezzo.
2033: La calotta polare artica subirà il totale scioglimento anche degli ultimi ghiacci. I ghiacci del Polo Sud galleggerano invece di fronte alle coste tropicali dell'America del Sud. Mentre i musulmani avranno in Europa e nel mondo un ruolo importantissimo nell'economia. Economia che tornerà fiorente in tutto il mondo.

2045: La clonazione permetterà di curare le più gravi malattie e di duplicare l'uomo.

2072: Sarà l'anno del ritorno alla grande del comunismo, ovvero non esisteranno più differenze di classi sociali in tutto il mondo. Tutto il pianeta vivrà nel socialismo e nella tutela dell'ambiente. Baba parla di un mondo "rosso e verde" contemporaneamente. Questo periodo durerà sino al 2086.

2170: Inizio di un periodo di grandi novità, anche extraterrestri, che durerà fino al 2256. Una colonia di terrestri creata in precedenza su Marte chiederà l'indipendenza dalla Terra e minaccerà una nuova guerra nucleare.  Nascerà una grande una città sottomarina e ci sarà la scoperta di qualcosa di "terribile" durante la ricerca di vite aliene.


2262: Inizio di un nuovo periodi di crisi e scoperte che durerà fino al 2304. Qualcosa "romperà" i "viaggi nel tempo" raggiunti dall'uomo. E i "guerriglieri francesi" entreranno in conflitto con le autorità musulmane in Francia.


2341: Fine della presenza umana sulla Terra a causa di disastri causati dall'uomo che renderanno il pianeta inabitabile. Fuga dell'umanità in un altro sistema solare. Ma a causa delle risorse limitate ci saranno comunque altri conflitti tra gli uomini. Dove? Non si sa.


3815: La civiltà umana, intesa come quella finora conosciuta, risulterà distrutta. E gli uomini sopravvissuti, senza più dignità, vivranno come animali.


3878: Debutto di una nuova forma di religione che risveglierà l'uomo e gli permetterà di uscire dall'oscurità.


4302: I concetti di male e di odio risulteranno eliminati per sempre, gli esseri umani avranno raggiunto l'immortalità e saranno esseri assimilati con gli alieni. Si scoprirà che 340 miliardi di persone sparse in tutto l'universo sono diventate capaci di parlare con Dio.


LE PAROLE DI BABA VANGA
Terza Guerra Mondiale: la profezia 


Crederci? Non crederci? Di certo quando, in questo aprile del 2017, è esplosa la nuova crisi tra Stati Uniti e Siria e Stati Uniti e Corea del Nord è un gran proliferare di profezie e paure, complice il fatto che proprio la Corea del Nord ha ufficialmente dichiarato che se gli Usa non la smetteranno di minacciare il loro Paese sono pronti a scatenare davvero una guerra nucleare.


Chi rispolvera le quartine di Nostradamus e, soprattutto, la profezia di Horacio Villegas, un veggente noto a livello mondiale per aver previsto l'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d'America già nel 2015.


A ricordarla è "El Diario de New York", sito internet in lingua spagnola, che cita Baba Vanga, la profeta cieca dei Balcani vissuta in Bulgaria,  nota  in tutto il mondo per molte profezie che sarebbero risultate azzeccate, avrebbe lasciato un elenco di fatti che sarebbero accaduti dopo la sua morte. E tra questi ci sarebbe l'annuncio della Terza Guerra Mondiale.

"Finora - scrive El Diario de New York - l'85 per cento delle previsioni fatte da Vangelia Pandeva, nota come Baba Vanga sono state soddisfatte. E prima di morire, la cosiddetta "Nostradamus dei Balcani" ha lasciato alcune profezie che si sono verificate e altre che sarebbero relative a fatti che ancora devono accadere".


Tra questi Baba Vanga avrebbe predetto l'attacco alle Torri Gemelle l'11 settembre 2001 a New York e gli attacchi estremisti accaduti in Europa l'anno scorso.


Secondo The Mirror la stessa veggente avrebbe anche previsto la partenza della Gran Bretagna dall'Unione europea, la famosa "Brexit" e attacchi con armi chimiche in Medio Oriente (come realmente accaduto in Siria).


Ma la profezia la cui interpretazione ha assunto una grande importanza in questo momento, si troverebbe in particolare al numero 45 di un elenco lasciato da Baba Vanga e riguarderebbe direttamente anche il presidente attuale degli Stati Uniti, Donald Trump: "Ognuno - avrebbe lasciato scritto Baba Vanga - ha messo le proprie speranze su di lui per porre fine alla crisi, ma accadrà il contrario e i conflitti tra gli stati del nord e del sud subiranno un'escalation".


Ora, secondo El Diario de New York, dopo quanto sta accadendo in questi giorni c'è chi ipotizza che le parole "Nord e Sud" si riferiscano alla Corea del Nord e Corea del Sud, Paesi in cui l'attenzione del mondo è ora tutta concentrata proprio per la paura di un conflitto nucleare. E quel "lui" sarebbe Trump. Un uomo che secondo la stessa Baba, nella stessa profezia, rischierebbe di essere ucciso.


Sempre secondo Baba Vanga i conflitti derivanti dalla cosiddetta "primavera araba", che hanno avuto inizio nel 2010, saranno i catalizzatore di un conflitto globale che, aggiungendosi alla guerra nucleare tra Nord e Sud, farebbe diventare la terza guerra mondiale la guerra gli esiti più terribili mai visti prima sulla terra.

Baba, nelle sue testimonianze lasciate in eredità, avrebbe anche avvertito che "i tentativi di assassinio di quattro capi di stato attorno al 2010 sarebbero poi diventati l'inizio di una delle cause di questa grande guerra". E ora c'è chi - per avvalorare questa profezia - c'è chi ricorda proprio le morti del leader di Hamas Mahmoud al-Mabhouh (19 gennaio 2010, assassinato a Dubai), del presidente polacco Lech Aleksander Kaczyński (10 aprile 2010, per lo schianto di un Tupolev Tu-154 in Russia), di Muammar Gheddafi (assassinato il 20 ottobre 2011), e di Saddam Hussein (30 dicembre 2006).

Tuttavia, La Terza Guerra Mondiale non segnerà la fine del mondo, perché Baba Vanga ha predetto questa solo nell'anno 2341, dopo una serie di disastri naturali e di altre cause provocate ai danni dell'ambiente dall'uomo. E allora, essendo ormai la Terra inospitale, l'umanità avrà comunque la capacità di fuggire in un altro sistema solare.



A proposito, per chi ci crede, oltre alla Terza Guerra Mondiale, tutte le principali profezie future di Baba Vanga, divise per anni:


2018: La Cina diventerà la prima potenza mondiale (non è però perfettamente chiaro - secondo gli esoterici - se economica, militare o entrambe.


2025: Inizio di una nuova era di pace e d'oro per l'umanità dal punto di vista economico. Ma sarà breve perché durerà soltanto fino al 2028, anno dopo il quale si vivranno nuove crisi. Nel frattempo, però, l'uomo sarà riuscito a raggiungere Venere. 


2033: La calotta polare artica subirà il totale scioglimento anche degli ultimi ghiacci. I ghiacci del Polo Sud galleggerano invece di fronte alle coste tropicali dell'America del Sud. Mentre i musulmani avranno in Europa e nel mondo un ruolo importantissimo nell'economia. Economia che tornerà fiorente in tutto il mondo.


2045: La clonazione permetterà di curare le più gravi malattie e di duplicare l'uomo.


2072: Sarà l'anno del ritorno alla grande del comunismo, non esisteranno più differenze di classi sociali in tutto il mondo. Tutto il pianeta vivrà nel socialismo e nella tutela dell'ambiente. Baba parla di un mondo "rosso e verde" contemporaneamente. Questo periodo durerà  fino al 2086.


2170: Inizio di un periodo di grandi novità, anche extraterrestri, che durerà fino al 2256. Una colonia di terrestri creata in precedenza su Marte chiederà l'indipendenza dalla Terra e minaccerà una nuova guerra nucleare. Per questo nascerà una grande una città sottomarina e ci sarà la scoperta di qualcosa di "terribile" durante la ricerca di vite aliene.


2262: Inizio di un nuovo periodi di crisi e scoperte che durerà fino al 2304. Qualcosa "romperà" i "viaggi nel tempo" raggiunti dall'uomo. E i "guerriglieri francesi" entreranno in conflitto con le autorità musulmane in Francia.


2341: Fine della presenza umana sulla Terra a causa di disastri causati dall'uomo che renderanno il pianeta inabitabile. Fuga dell'umanità in un altro sistema solare. Ma a causa delle risorse limitate ci saranno comunque altri conflitti tra gli uomini. Dove? Non si sa.


3815: La civiltà umana, intesa come quella finora conosciuta, risulterà distrutta. E gli uomini sopravvissuti, senza più dignità, vivranno come animali.


3878: Debutto di una nuova forma di religione che risveglierà l'uomo e gli permetterà di uscire dall'oscurità.


4302: I concetti di male e di odio risulteranno eliminati per sempre, gli esseri umani avranno raggiunto l'immortalità e saranno esseri assimilati con gli alieni. Si scoprirà che 340 miliardi di persone sparse in tutto l'universo sono diventate capaci di parlare con Dio.


5079: La fine. In che senso? Baba Vanga scrive solo "la fine".


Wikipedia, che a Baba Vanga dedica ampio spazio, mette però in guardia e ricorda che "fonti come la Guida pratica Wiesler sul paranormale sostengono" che lei predisse anche la "disgregazione dell'Unione Sovietica, il disastro di Černobyl', la data della morte di Stalin, l'affondamento del sottomarino russo Kursk, gli attacchi dell'11 settembre, il Terremoto e maremoto dell'Oceano Indiano del 2004 e la vittoria dello scacchista bulgaro Topalov al torneo mondiale di scacchi. Tuttavia le persone che le erano vicine dissero che non aveva mai profetizzato sul Kursk o su altre profezie circolanti su internet e che molti dei miti su Vanga sono semplicemente falsi, danneggiando così un'analisi sul suo effettivo lavoro. Molte delle profezie a lei attribuite sono nate su internet e si sono poi diffuse per il loro carattere sensazionalistico".








Fonti: Leggo.it |  Altra realtà  



















Giuridica News | Avv. Gabriella Filippone







«La differenza tra le persone sta solo nel loro avere maggiore o minore accesso alla conoscenza» (Lev Tolstoj)

La rassegna stampa è una sintesi e fornisce i riferimenti dell'articolo (testata, autore, titolo) per reperire sul quotidiano o altra fonte l'articolo completo.
Si declina ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio delle immagini o non aggiornato delle notizie e delle informazioni.



Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento

live traffic settimanale