martedì 10 ottobre 2017

Lavorare per niente: a Catanzaro bandi senza compenso per il professionista



Ottobre 2017 | Avvocato Gabriella Filippone | Rassegna notizie on line




Immagine: Logo_equo.jpg  | via Wikimedia Commons
Dopo la sentenza del Consiglio di stato che legittima gli enti pubblici (nella specie il comune di Catanzaro) a promuovere bandi senza compenso per il professionista, Marina Calderone, presidente del Cup, si appella all'unità di tutti gli ordini.

Occorre, dice, che tutte le professioni uniscano le forze sull'equo compenso

E' una battaglia di legalità e di civiltà giuridica, anche per i giovani, affinché il loro lavoro non continui ad essere mortificato dai committenti che richiedono prestazioni consulenziali a titolo gratuito.

E' necessario che la legge sull'equo compenso venga presto approvata ed entri nell'ordinamento giuridico italiano entro la fine della legislatura


Fonte:  Italia Oggi | Titolo:  Equo compenso senza ritardo 









Giugno 2017 | Avvocato Gabriella Filippone | Rassegna stampa notizie on line |


LAVORARE PER NIENTE #Fusaro

C'è chi parla di lavoro e di sfruttamento e di "lavorare per niente" e di consentire  semmai ad altri di lavorare. Non sempre è così, non consentono. Il costo del lavoro e quello del non lavoro.
Un sentimento comune a molti, quello di sentirsi estromessi dal mercato o di non esserci mai entrato
Il mercato. Non mi riferisco al solo mercato rionale, ai mercati di quartiere, bensì al mondo lavoro, quello globale. Al mercato globale.

LA NEW ECONOMY (alias vecchio ultra sfruttamento) PEGGIORA IL LAVORO E LA VITA DI TUTTI (senza punto interrogativo)









TECNICA, SCIENZA E VIOLENZA SULL'UOMO: IL TENTATIVO DI ROBOTIZZARCI

DIEGO FUSARO: "Tecnica, scienza e violenza sull'uomo"




E' IN ATTO UN TENTATIVO LEGALIZZATO (o ULTRA LEGEM ) DI ROBOTIZZARCI?

Una domanda e un argomento molto inquietanti e che preferisco non commentare
vedete voi per voi come state messi al riguardo  sull'argomento





Diego Fusaro: "Mi occupo di filosofia e la filosofia si occupa anche dei limiti della ragione umana. Quando sento parlare dei tribunali che devono decidere in nome della scienza, quando sento parlare della scientificità assoluta, rabbrividisco, perché  abbiamo sostituito la vecchia teologia con la nuova teologia della scienza, a cui tutto deve piegarsi.

Gli scienziati diventano i nuovi taumaturghi, al cospetto dei quali non è possibile mettere in discussione ciò che dicono. Ecco, ridimensioniamo questo sapere che non è assolutistico, è un sapere perfettibile sicuramente, che può essere criticato.



Una nuova bio politica di vaccinazione obbligatoria che presto diventerà obbligatoria per tutti i componenti d'Europa.


Occorre ripartire da una pedagogia educativa che formi gli individui.

Quando entrano in vigore queste forme coercitive, coattive, siamo al cospetto di una violenza organizzata ai danni dei cittadini e lasciatemi far sorgere il sospetto, degno di discussione quantomeno, il dubbio cartesiano, che gli interessi materialissimi, materiali delle multinazionali siano sempre in agguato.

E' quantomeno lecito procedere con più circoscrizione e cautela non procedere con una sorta di integralismo scientifico, di tipi fanatico, semi ideologico.


Stiamo entrandoè bene averne coscienzain una società di controllo

Sta finendo l'era della società disciplinare e stiamo entrando in una fase di società di controllo.


Siamo noi a controllare la tecnica o è la tecnica che dispone di noi? Siamo giocattoli in mano della tecnica? A me pare evidente che sia sempre più lampante la seconda considerazione, cioè che siamo giocattoli nelle mani della tecnica.

Quello che sta avvenendo molto evidentemente è il fatto che si sta sta abbandonando il modello dell'uomo  come animale politico, socievole, razionale.



Automatic Lover                                                        









Si sta imponendo, in coerenza con le logiche della tecnicizzazione capitalistica, il paradigma dell'uomo comeanimale tecnicizzato che sempre più diventa un mero supporto della tecnica, un mero giocattolo nelle mani della tecnica, un mero apparato, una mera protesi di questo sistema che ha come unico fine non certo quello di valorizzare la vita umana rendendola migliore, ma semplicemente  l'unico valore è la nichilistica crescita autoreferenziale della tecnica stessa."









Non è che qualcuno ci guadagna nella confusione della gente?






"Certamente, c'è questo aspetto. Non bisogna che la tecnica prenda il sopravvento e faccia di noi dei meri strumenti. 


Il nuovo totalitarismo  liberal libertario della tecnica" (Fusaro)













Articoli che ti potrebbero interessare:  










Immagine: Kofetarica (la bevitrice di caffè) del 1888 di Ivana Kobilca (1861-1926). | via Wikipedia



«La differenza tra le persone sta solo nel loro avere maggiore o minore accesso alla conoscenza» (Lev Tolstoj)


La rassegna stampa è una sintesi e fornisce i riferimenti dell'articolo (testata, autore, titolo) per reperire sul quotidiano o altra fonte l'articolo completo.
Si declina ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio delle immagini o non aggiornato delle notizie e delle informazioni.



Gabriella Filippone Blog | Giuridica News | Rassegna news giuridiche Avv. Gabriella Filippone




Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento


contatori

live traffic settimanale