domenica 22 marzo 2015

Remembering PIPPO FAVA

Giuseppe Fava | via wikimedia 
"Quand’ero giovanissimo, poco più di vent’anni, io feci per qualche tempo l’avvocato. Non fui granché! In campo civile mi tediava la ricerca della giurisprudenza, il linguaggio delle citazioni e comparse di risposta, le scadenze delle procedure, un paio di volte m’inventai letteralmente citazioni di sentenze di cassazione che non erano mai state emesse, e il tribunale ne tenne conto, sicché capii che anche i giudici si rompevano le scatole a controllare la giurisprudenza. E questo mi deluse.

Altre volte sbagliai i termini di notificazione e i miei clienti, che ragionevolmente speravano di ottenere verdetti favorevoli per acclamazione, si videro invece annientare da sentenze contrarie. Alcuni di loro mi attesero poi per mesi sotto casa, con pesanti randelli. E questo m’impaurì!

Arrivavo in ritardo alle udienze, mi appassionavo solo alle cause in cui i miei clienti avevano ragione: le altre in cui avevano torto mi facevano schifo, tutto ciò era contrario alla professionalità di un buon avvocato il quale deve avere un animo di pietra, né mai valutare il torto o la ragione etica della causa, ma semplicemente la possibilità di vincerla. 

Nel penale praticamente era ancora peggio, poiché mi commuovevo. Per me il penale era semplicemente una grande avventura poetica. Sceglievo i clienti, che fossero soprattutto poveri e innocenti, questa lotta fra la vittima e l’ingiustizia mi dava profonde emozioni, ma non era redditizia, gli innocenti quasi sempre sono ugualmente condannati, e chissà perché sono quasi sempre indigenti, e comunque non pagano. Praticamente feci la fame. La mia avvocatura, dicevo, non fu davvero granché!"

(Pippo Fava)




Giuseppe Fava detto Pippo nacque a Palazzolo Acreide in provincia di Siracusa (15 settembre 1925 – Catania, 5 gennaio 1984). E' stato uno scrittore, giornalista,drammaturgo, saggista e sceneggiatore italiano, ucciso da cosa nostra.

I suoi genitori Giuseppe ed Elena erano maestri di  scuola elementare, i suoi nonni contadini. 

Nel 1943 si trasferì a Catania  e si laureò  in giurisprudenzaNel 1952 diventò giornalista professionista.

Era un personaggio carismatico, apprezzato dai collaboratori per la professionalità e il modo di vivere semplice. (Wikipedia)





Immagine | via writtenremains.altervista.org





GIUSEPPE FAVA L'ULTIMA INTERVISTA (1)

L'ultima intervista di Giuseppe (Pippo) Fava rilasciata ad Enzo Biagi nel dicembre del 1983 nel corso della trasmissione "Film Story - Mafia e Camorra".





GIUSEPPE FAVA L'ULTIMA INTERVISTA (2)

L'ultima intervista di Giuseppe (Pippo) Fava rilasciata ad Enzo Biagi nel dicembre del 1983 nel corso della trasmissione "Film Story - Mafia e Camorra".









Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento

live traffic settimanale