lunedì 29 febbraio 2016

Ci vorrebbe un avvocato "amico" delle imprese









Le imprese necessitano di un avvocato amico che segua i passaggi generazionali ai vertici




I dati sono questi: in Italia ci sono circa 4,3 milioni di imprese. 


Il 92% sarebbe rappresentato da imprese familiari. 


Il 60% degli imprenditori al vertice di queste aziende ha oltre 60 anni di età.


E' chiaro il problema, delicato, del passaggio generazionale.


Passaggio che può avvenire con la consulenza di un avvocato, in grado di consigliare quali strumenti possano essere utili.


Chiarite preliminarmente le problematiche giuridiche e individuate le esigenze dell'imprenditore, l'avvocato consiglierà lo strumento giuridico più adatto tra quelli esistenti ad affrontare il passaggio del testimone.


Occorrerà essere validi giuristi con attitudini naturali da psicologi (ved. anche: 'Passaggi generazionali, cercasi consulenti legali' - stesso inserto e testata).



Sede di Dragados ( Madrid ), una società di costruzioni






Titolo:  Un avvocato per amico
Autore:  Roberto Miliacca
Fonte notizia:  Italia Oggi - Affari legali

Link immagini:  https://en.wikipedia.org/wiki/Grupo_ACS |    http://blog.libero.it/cameraobscura/view.php?id=cameraobscura&pag=4&gg=0&mm=0






Rassegna news giuridiche by Avv. Gabriella Filippone  
Gabriella Filippone Blog  |    Sito web: Social Web Avvocati




1 commento:

  1. Preg,ma Collega,

    condivido appieno il Tuo consiglio, che ritengo necessario in questo particolare periodo storico che vede "anziani" imprenditori, che hanno gestito la loro azienda in periodi di fiorente economia, accettare la modifica della gestione di un'impresa nell'attuale periodo di crisi economica.
    Ho avuto diverse problematiche sul caso ed ho riscontrato un forte ostruzionismo da parte di coloro che dovrebbero "passare il testimone", dovuto, secondo i casi esaminati, ad una diffidenza delle capacità personali dei figli a gestire l'impresa familiare.
    Effettivamente ci vogliono ottime capacità anche psicologiche e... una buona dose di predisposizione da parte degli imprenditori "saggi". Questi invero devono essere predisposti a mettere in gioco i loro figli accettando anche eventuali errori che potrebbero commettere durante un periodo di prova ovvero di trasferimento d'azienda, stando sempre accanto ai nuovi e giovani imprenditori e collaborando e discutendo delle problematiche ed iniziative da intraprendere in azienda.
    Accanto a questi la figura di un legale risulta necessaria ai fini di prevenire e tutelare entrambi gli imprenditori sulle loro responsabilità e cercare di trovare un istituto giuridico atto alle loro esigenza.

    Avv. Arturo varricchio

    RispondiElimina

Lascia un commento

live traffic settimanale