venerdì 5 febbraio 2016

Diventa operativa la depenalizzazione. Il massimario della Cassazione delinea alcune criticità.

Immagine: "Lady Giustizia" | 


Diventa operativa la depenalizzazione.  Il massimario della Cassazione delinea  alcune criticità.

Sono circa 40  i reati coinvolti, con un impatto in termini di minori carichi di lavoro per le Procure e i Tribunali  difficile al momento da valutare. 

Depenalizzazione e tenuità del fatto: due interventi che puntano a ridurre l'area penale che si prestano a criticità. Ciò che potrebbe verificarsi è che l'autore di un determinato fatto, oggetto di depenalizzazione, che prima poteva beneficiare della causa di non punibilità, adesso rimane colpito da una sanzione amministrativa di carattere afflittivo. Il massimario evidenzia questo rischio.






 REATI DEPENALIZZATI


REATI CONTRO LA FEDE PUBBLICA
Falsità in scrittura privata (Art. 485)
Falsità in foglio firmato in bianco. Atto privato (Art. 486)
Falsità su un foglio firmato in bianco diverse da quelle previste dall’articolo 486. Atto privato (Art. 488)
Uso di atto falso. Atto privato (Art. 489, co. 2)
Soppressione, distruz. e occultam. di scritture private vere (Art. 490)

REATI CONTRO LA MORALITÀ E BUON COSTUME
Atti osceni (Art. 527, co. 1)
Pubblicazioni e spettacoli osceni (Art. 528, co. 1 e 2)

REATI CONTRO LA PERSONA
Ingiuria (Articolo 594)

REATI CONTRO IL PATRIMONIO
Sottrazione di cose comuni (Art. 627)
Danneggiamento semplice (Art. 635, co. 1)
Appropriazione di cose smarrite, del tesoro o di cose avute per errore o caso fortuito (Art. 647)

CONTRAVVENZIONI DI POLIZIA
Rifiuto di prestare la propria opera in occasione di un tumulto (Art. 652 commi 1-2)
Abuso della credulità popolare (Art. 661)
Rappresentazioni teatrali o cinematografiche abusive (Art. 668, co. 1, 2 e 3)
Atti contrari alla pubblica decenza. Turpiloquio (Art. 726)

REATI IN MATERIA DI STUPEFACENTI
Mancato rispetto dell’autorizzazione alla coltivazione di stupefacenti per uso terapeutico (art. 28, co. 2 del Dpr 309/1990)

REATI IN MATERI DI PREVIDENZA
Omesso versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali
(Art. 2 del Dl 463/1983)

REATI IN MATERI DI CIRCOLAZIONE STRADALE
Guida senza patente (Art. 116, co. 15, del Dlgs 285/1992)

REATI IN MATERI DI RICICLAGGIO
Omessa identificazione (Art. 55, com. 1, del Dlgs 231/2007)
Omessa registrazione (Art. 55, co. 4, del Dlgs 231/2007)

REATI IN MATERI DI DIRITTO SOCIETARIO
Impedito controllo ai revisori
(Art. 29 del Dlgs 39/2010)

REATI IN MATERI DI DIRITTO FALLIMENTARE
Omessa trasmissione dell’elenco dei protesti cambiari da parte del pubblico ufficiale (Art. 235 del Rd 267/1942)

REATI IN MATERI DI ASSEGNO BANCARIO
Emissione di assegno da parte dell’Istituto non autorizzato o con autorizzazione revocata (Art. 117 del Rd 1736/1933)

INTERRUZIONE DELLA GRAVIDANZA
Interruzione volontaria della propria gravidanza senza l’osservanza delle modalità indicate dalla legge (Art. 19, co. 2, della legge 194/1978)

REATI IN MATERI DI PUBBLICA SICUREZZA
Violazione delle norme per l’impianto e l’uso di apparecchi radioelettrici privati (Art. 11 del Rd 234/1931)

REATI IN MATERI DI DIRITTO D’AUTORE
Abusiva concessione in noleggio   (Art. 171-quater del legge 633/1941)

REATI IN MATERI DI GUERRA
Omissione di denuncia di beni (Art. 3 del decreto legislativo luogotenenziale 506/1945)

REATI IN MATERI DI MACCHINE UTENSILI
Alterazione del contrassegno di macchine (Art. 15 della L. 1329/1965)

REATI IN MATERI DI COMMERCIO
Installazione o esercizio di impianti in mancanza di concessione (Art. 16 del Dl 745/1970)

REATI IN MATERI DI CONTRABBANDO – VIOLAZIONI DOGANALI
Contrabbando nel movimento delle merci attraverso i confini di terra e gli spazi doganali (Art. 282 del Dpr 43/73)
Contrabbando nel movimento delle merci nei laghi di confine (Art. 283 del Dpr 43/1973)
Contrabbando nel movimento marittimo delle merci (Art. 284 del Dpr 43/1973)
Contrabbando nel movimento delle merci per via aerea (Art. 285 del Dpr 43/1973)
Contrabbando nelle zone extra-doganali (Art. 286 del Dpr 43/1973)
Contrabbando per indebito uso di merci importate con agevolazioni doganali (Art. 287 del Dpr 43/1973)
Contrabbando nei depositi doganali (Art. 288 del Dpr 43/1973)
Contrabbando nel cabotaggio e nella circolazione (Art. 289 del Dpr 43/73)
Contrabbando nell’esportazione di merci ammesse a restituzione di diritti (Art. 290 del Dpr 43/1973)
Contrabbando nell’importazione od esportazione temporanea (Art. 291 del Dpr 43/1973)
Altri casi di contrabbando (Art. 292 del Dpr 43/1973)
Pena per il contrabbando in caso di mancato o incompleto accertamento dell’oggetto del reato (Art. 294 del Dpr 43/1973)




SCHEDA SINTESI dei reati oggetto di penalizzazione:

Delitti contro la fede pubblica:

- Falsità in scrittura privata (art. 485 c.p.); - Falsità in foglio firmato in bianco. Atto privato (art. 486 c.p.); - Falsità su un foglio firmato in bianco diverse da quelle previste dall'art. 486 c.p. Atto privato (art. 488 c.p.); - Uso di atto falso. Atto privato (art. 489, comma 2, c.p.); Soppressione, distruzione e occultamento di atti veri (art. 490 c.p.)
(sanzione pecuniaria da euro 200 a euro 12mila)


Delitti contro la moralità e il buon costume:
- Atti osceni (art. 527, comma 1, c.p.); Pubblicazioni e spettacoli osceni (art. 528, commi 1 e 2, c.p.)
(sanzione pecuniaria da euro 5mila a euro 30mila e da euro 10mila a euro 50mila)


Delitti contro la persona:
Ingiuria (art. 594 c.p.)
(sanzione pecuniaria da euro 100 a euro 8mila ovvero da euro 200 a euro 12mila se il fatto è determinato o è commesso in presenza di più persone)


Delitti contro il patrimonio:
- Sottrazione di cose comuni (Art. 627 c.p.); - Danneggiamento semplice (Art. 635, comma 1, c.p.); Appropriazione di cose smarrite, del tesoro o di cose avute per errore o caso fortuito (Art. 647 c.p.)
(sanzione pecuniaria da euro 100 a euro 8mila)


Contravvenzioni di polizia:
- Rifiuto di prestare la propria opera in occasione di un tumulto (Art. 652, commi 1­, 2, c.p.); Abuso della credulità popolare (Art. 661 c.p.); Rappresentazioni teatrali o cinematografiche abusive (Art. 668, commi 1, 2 e 3, c.p.; Atti contrari alla pubblica decenza. Turpiloquio (Art. 726 c.p.)
(sanzione pecuniaria da euro 5mila a euro 15mila e da euro 5mila a euro 10mila)


Leggi speciali:
- Omesso versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali (art. 2 del d.l. n. 463/1983)
(sanzione pecuniaria da euro 10mila a euro 50mila se l'importo omesso è inferiore a 10mila euro annui, altrimenti reclusione fino a 3 anni e multa fino a 1.032 euro);
- Guida senza patente (art. 116, comma 15, del Dlgs 285/1992) (sanzione pecuniaria da euro 5mila a euro 10mila)
- Riciclaggio (omessa identificazione omessa registrazione ex art. 55, commi 1 e 4, del d.lgs. n. 231/2007)
(sanzione pecuniaria da euro 5mila a euro 30mila)
- Interruzione volontaria gravidanza senza osservanza delle modalità indicate dalla legge (ex art. 19, comma 2, l. n. 194/1978)
(sanzione pecuniaria da euro 5mila a euro 10mila)
- Violazione norme pubblica sicurezza (ex art. 11 del r.d. n. 234/1931)
(sanzione pecuniaria da euro 10mila a euro 50mila)
- Violazione norme diritto d'autore (ex art. 171-quater l. n. 633/1941)
(sanzione pecuniaria da euro 5mila a euro 30mila)
- Contrabbando violazioni doganali (ex art. 282-292 d.p.r. n. 43/1973)
(sanzione pecuniaria da euro 5mila a euro 50mila)


Fonte scheda sintesi: Depenalizzazione: da domani in vigore. Addio a più di 40 reati 
(www.StudioCataldi.it) 



Rassegna news giuridiche by Avv. Gabriella Filippone  
Gabriella Filippone Blog  |    Sito web: Social Web Avvocati


Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un commento

live traffic settimanale