mercoledì 24 settembre 2014

L'ANTITRUST BACCHETTA GROUPON

Antitrust bacchetta Groupon: no alle informazioni incomplete sugli sconti effettivi, si a black list per i partner commerciali inaffidabili, rimborsi certi





Con un comunicato stampa del 12 settembre 2014, l’Antitrust accetta gli impegni assunti da GROUPON:


·         INFORMAZIONI COMPLETE SUGLI SCONTI EFFETTIVI
·         BLACK LIST PER I PARTNER COMMERCIALI INAFFIDABILI
·         RIMBORSI CERTI
·         DUE CANALI DI ASSISTENZA PER I CONSUMATORI DOVE PRESENTARE I RECLAMI






Rassegna news giuridiche a cura di Avv. Gabriella Filippone - L'Autorità garante della concorrenza e del mercato, nota anche come Antitrust o AGCM, ha accettato gli impegni presentati dalle società del gruppo internazionale Groupon S.r.l., così concludendo l’istruttoria avviata nei confronti del gruppo, a seguito di numerose segnalazioni relative a presunte pratiche commerciali scorrette a danno dei consumatori, nell’ambito dell’attività di vendita on line di coupon, utilizzati per acquistare prodotti o servizi a prezzi particolarmente vantaggiosi.



Le indagini hanno riguardato la diffusione tramite il sito internet www.groupon.it di informazioni commerciali ingannevoli in relazione ai prezzi, agli elementi essenziali delle offerte pubblicizzate e all’inadeguatezza del servizio di assistenza.



In base agli impegni assunti, ora vincolanti, i consumatori troveranno sul sito www.groupon.it informazioni chiare e complete sulle offerte commerciali pubblicizzate: chi acquisterà i tagliandi sarà ampiamente informato riguardo ai diritti di cui diventa titolare, alle modalità di presentazione dei reclami, delle richieste di rimborso, ed in ordine al servizio di assistenza clienti. 


La percentuale di sconto sarà indicata solo in presenza di un elemento di confronto oggettivo. Il prezzo pubblicizzato dovrà contemplare tutti gli oneri aggiuntivi obbligatori.


Groupon si è poi impegnata a incrementare l’attività di monitoraggio e di controllo sui partner.

Per i soggetti che risulteranno inaffidabili è previsto il meccanismo di inserimento nella black-list e la conseguente esclusione dalle future campagne promozionali. 


Saranno predisposti due canali di assistenza alternativi:  e-mail e call center, per reclami e richieste di assistenza, che saranno evase secondo modalità e tempistiche di gestione chiare e predeterminate.


"Entro sessanta giorni dalla comunicazione della decisione dell’Antitrust le società del gruppo dovranno dichiarare l’avvenuta attuazione degli impegni. L’Antitrust vigilerà sull’esecuzione delle misure accolte, riservandosi di riaprire d’ufficio il procedimento qualora le stesse società dovessero risultare inadempienti".



·                     Provvedimento
·                     Allegato




Fonte: Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato | Comunicato stampa 


Immagine | via Twitter


  





News Giuridiche by Avv. Gabriella Filippone  



1 commento:

  1. per non parlare di come trattano i fornitori

    RispondiElimina

Lascia un commento

live traffic settimanale